Prenota ora (+39) 338.5626350

Italian English French German Russian

TRENINO VERDE Ogliastra Barbagia

 

  pulsante chiama OFF ita pulsante prenota OFF ita

L'escursione è abbinata ad un bus navetta da  San Teodoro - La Caletta - Orosei - ( previa prenotazione )
Stazione di partenza   Villagrande ore 9.00 

 

 

Interessante escursione nel cuore della Sardegna, una gita che ci permetterà di visitare le Barbagie, l'ambiente montano
del
Gennargentu ed il Mandrolisai, il tutto arricchito da tappe eno-gastronomiche.

Partenza in treno dalla stazione di Villagrande piccola isolata sulla riva del lago Alto Flumendosa,
il percorso su rotaie a scartamento ridotto si articola sui contrafforti montuosi impervi e boscosi...
“da un lago all'altro” seguendo il percorso del fiume Flumendosa. Dai finestrini delle vecchia carrozza scorrono
le immagini d'un magnifico paesaggio incontaminato, in una cornice di  boschi, tacchi calcarei ed armenti al pascolo.
Un lento andamento confortante ci permetterà di osservare e godere di paesaggi, indimenticabili e generosi di emozioni.
Il viaggio in treno termina in una piccola stazione dispersa nelle campagna di Villanovatulo sulle sponde
del ridente lago del basso Flumendosa, dove ci aspetta un colazione di benvenuto a base di: pane, formaggio e vino rosso.

La gita prosegue in bus, e subito ci sarà una visita guidata al Nuraghe Adoni, testimonianza archeologica che risale al 1500 a.C.
Proseguendo

si raggiunge  la Barbagia di Belvì caratterizzata dai graziosi borghi di Aritzo e Belvì, circondati da boschi di castagno e noccioli.
PRANZO CON I PASTORI , i quali arrostiranno per noi tanta carne allo spiedo, inoltre: salumi, la pecora in capotto e formaggi,
per concludere immancabile il famoso torrone locale e musica sarda. Sulla via del rientro si percorrere una strada
che attraversa i famosi vigneti del
Mandrolisai.

Tappa ad Ottana dove è prevista la visita all'artigiano che intaglia il legno per ottenere le famose maschere
del carnevele:
sas caratzas de su boe e su merdule.

A pochi  passi la basilica romanica di San Nicola risalente al 1100.

Letto 13565 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti

Cookie Policy   -   Note legali   -   Privacy