Prenota ora 3385626350

Autunno in Barbagia 2016

Autunno in Barbagia è un interessante appuntamento stagionale che richiama migliaia di turisti nel centro Sardegna per vivere una vacanza particolare. La Barbagia è un territorio di per se molto ospitale che rappresenta una meta turistica di assoluto rilievo, capace anche di arricchiere la vacanza di coloro che scelgono il mare come meta principale.

 Pranzi tipici  
in ristorante oppure dai pastori 

Esistono tanti itinerari turistici che permettono varie escursioni, al fine di scoprire una Sardegna misteriosa,fatta di siti archeologici, ambiente naturale e sopratutto buon vino ed ottima cucina locale.Un territorio per tutte le stagioni: primavera, autunno, estate ed inverno. Ogni tre mesi la Barbagia cambia abito, colori e profumi,  si rivolge aI viaggiatori curiosi e fantasiosi, offrendo bellissimi sentieri per gli amanti del trekking, preziosi menu per i viandanti gourmet, scorci e paesaggi per i cacciatori con obiettivo e grandangolo, ma anche festival e cafe letterari, musei e pinacoteche. Anche l'uomo e la donna di Barbagia diventano importanti catalizzatori di emozioni e sentimenti, infatti tanta è la creatività che si sprigiona dalle decine di botteghe  artigiane, disseminate nei villaggi, luoghi  dove la fantasia e l'estro di mani e menti preziose, crea e  plasma cose incredibili: coltelli, indumenti, calzature e zaini, gioielli, finimenti per cavalli...e tanti altri manufatti, frutto di fantasia e genialità d'un popolo con una lunga storia. Volendo  indagare il mondo del cibo e delle bevande, cosa più che naturale in un discorso squisitamente turistico, ecco che allora emergono delle vere perle anzi, forzieri colmi di monete d'oro. Formaggi dalle svariate forme e profumi  che tradiscono un grande retaggio antropologico  che urla la naturale predisposizione dei Barbaricini e dei Sardi in generale alla convivenza con l'ambiente naturale, fornitore di pascolo e benessere per i  milioni di capi d'allevamento nell'isola. Le zone interne sono protagoniste del pascolo brado, un attività eroica e apparentemente anacronistica, ma indispensabile per consegnare profumi e poesia inimitabili alla cucina tipica. Stesso discorso lo facciamo per il prosciutto, quello che arriva dai maiali del Gennargentu e del Supramonte, che mangiano ghiande e bevono acqua pura, ecco perchè le coscie ben pepate e salate, stagionate in antiche cantine, ventilate e temprate dal clima secco della montagna, diventano pregiate opere d'arte che niente hanno da invidiare al famoso jamon iberico.

       Prenotate
 con  gitebelle 

  la  
vostra visita
    ai borghi 
   della Barbagia

Autunno in Barbagia, offre una vetrina incredibile ed una sintesi di ciò che dovrebbe essere l'accoglienza territoriale durante tutto l'anno. Esistono tanti itinerari turistici che permettono varie escursioni, al fine di scoprire un cuore dell'isola misterioso. Un grande impegno organizzativo, trasforma i vicoli ed i cortili  (cortes appunto) in stazioni del gusto e della fantasia, ed il visitatore si trova come d'incanto proiettato in una dimensione onirica e bucolica, quasi a voler sfidare coloro che decenni fa vollero trapiantare una coscienza industriale in seno alla Barbagia, con un esperimento neocolonizzatore molto cinico e deleterio. Naturalmente c'è la consapevolezza che  anche l'esperimento turistico nasconda delle  insidiose spinte tese a banalizzare usi, tradizioni e culture locali, rendendoli commerciali scontati, ma come sempre la Barbagia, conserva ottimi anticorpi ed in modo naturale e automatico  saprà riabadire  la propria spontaneità e franchezza, e preservare il suo patrimonio identitario.

Ecco , quindi l'autunno è arrivato, di consenguenza tutti i paesi obedendo al calendario redatto dall' Aspen, di domenica in domenica si apriranno cordiali ed ospitali ai visitatori. Buon autunno a tutti.

Iscriviti alla newsletter

 

 

 

Cookie Policy   -   Note legali   -   Privacy